Taranto Island è un progetto curato dall’ Associazione di promozione sociale “Rise Up”, contenitore anche di TarantoCina ed Laboratorio Artistico “Pirirò”. L’intento è quello di creare servizi per il territorio, in maniera tale da creare nuove strade per rimanere a Taranto e vederla con occhi differenti

Taranto Island nasce un anno fa con l’incontro di alcuni tra i tanti professionisti che lavorano sull’isola di Taranto. L’esigenza era quella di rendere visibile il grande lavoro che le crescenti associazioni ed attività commerciali stanno attuando per dare a Taranto un’alternativa di turismo: così nascono la pagina Facebook, Twitter, Instagram e, autogestita dagli studenti della 4 L (anno 2018/19), con capo del progetto Flavio Ferrari (5^L), la pagina instgram TaSight, espressione di una mostra fotografica, una piece teatrale e tanto altro ancora che aspetta di essere condiviso…

Questa spinta digitale e social è in evoluzione grazie alla collaborazione con il Liceo Ginnasio Aristosseno attraverso progetti di Alternanza Scuola Lavoro.

Ed è proprio grazie agli studenti della 4^ L se finalmente è possibile conoscere la straordinaria quantità di attrattive già presenti sull’isola, la città Vecchia da cui provengono le radici di tutti noi tarantini, direttamente da un unico portale. E non solo! A parte i 19 palazzi storici raccontati, i 19 edifici religiosi di cui 10 chiese e 5 conventi, si parla delle persone che la popolano e delle tante attività che le associazioni ed i privati realizzano per riscattare la nostra isola da una visione ormai desueta.

Il sito per ora ha periodi di attività e periodi di arresto, vista l’indole totalmente volontaria dell’Associazione Rise Up, ma si prospetta invece un futuro differente, come lo si augura per chi opera sull’isola, di poter creare nuove strade per un futuro migliore comune.

L’intenzione era di rimanere senza nome, come un gesto spontaneo che produce un aiuto che non vuole apparire, ma purtroppo ci sono persone che usano questo progetto per la comunità spacciandolo per proprio, e per questo, appariamo, ci prendiamo un po’ di pausa e chissà, forse ritorneremo più forti di prima.