Grande Appuntamento alle ore 19 nella Cattedrale di San Cataldo

Nell’ambito dei festeggiamenti patronali, oggi, sabato 4, alle ore 19 nella cripta della cattedrale s’inaugura la mostra fotografica “San Cataldo dei tarantini a Betlemme” di Anna Svelto, intervistata qualche settimana fa da Tasight nell’ Articolo https://tarantoisland.com/2019/04/28/anna-svelto-raccontata-da-tasight-2/

Un po’ di cuore di Taranto batte a Betlemme con l’immagine di San Cataldo impressa su una delle colonne della basilica della Natività, testimonianza della fama del santo in tanti luoghi del Mediterraneo.  “Sono onorata di aver portato questa rappresentazione inedita di San Cataldo nella nostra Taranto. La moltitudine dei tarantini che si sono recati a Betlemme e sono entrati nella Basilica senza farci caso all’immagine del nostro Patrono, dopo aver visto questa mostra da oggi in poi la riconosceranno”, dice Anna Svelto.

anna svelto
Le belle immagini del reportage fotografico sono state realizzate prima e dopo il restauro della colonna, opera dell’impresa di Gianmarco Piacenti, iniziata nel settembre 2013. Il dipinto, sino a ieri poco visibile perché annerito dal fumo delle candele accese dai devoti nei secoli, appare nello splendore originario del XII secolo. Nella basilica, la colonna di San Cataldo è l’ottava a sinistra, subito dopo quella della Madonna con Bambino e quella di San Giovanni Evangelista, in posizione privilegiata perchè molto vicina all’altare.

Nella mostra sono esposte foto della basilica della Natività e scatti che raccontano luoghi e vita di culto in Terra Santa delle tre religioni monoteiste.

All’inaugurazione sarà presente la professoressa Akiro Sasaki, di nazionalità giapponese, che è la restauratrice della colonna raffigurante San Cataldo.
Nella cripta della cattedrale sarà visitabile anche “Un’eccellenza italiana in Terra Santa”, con le foto dei lavori di restauro della medesima basilica della Natività di Betlemme realizzati dalla Piacenti Spa di Prato; ne è curatore Egisto Nino Ceccatelli. La mostra è un viaggio nella storia della Basilica fino ai giorni nostri.

WhatsApp Image 2019-05-04 at 16.04.34

In esposizione, anche un pannello dedicato ai lavori di restauro della colonna dedicata a San Cataldo nella navata centrale.

Le mostre, a cura della Curia arcivescovile, Comune, Provincia e Circolo fotografico Il Castello, chiuderanno i battenti il 19 maggio. Aperture: nei giorni feriali 9-13, 15-20 e il sabato e domenica 9-21. Per informazioni e prenotazioni, tel. 380.7510559.

La pièce teatrale sul Cappellone
Nella stessa serata, alle ore 20.30, nel Cappellone, avrà luogo la pièce teatrale di Augusto Ressa intitolata proprio “Il Cappellone di San Cataldo”, liberamente ispirata alle vicende legate alla costruzione del capolavoro barocco e interpretata da Giovanni Guarino. Vi si racconta la storia di un ipotetico ultimo marmoraro, chiamato Gennarino, impegnato nell’impresa, testimone della “fatica” dei tanti artigiani che hanno contribuito a realizzare, con competenza e passione, un’opera di straordinaria bellezza

Di Angelo Diofano – potete leggere l’Intero articolo su https://www.corriereditaranto.it/2019/05/04/san-cataldo-dei-tarantini/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...